Gli articoli di Edoardo – Chi vive sperando….

Cari amici traders,

si dice spesso “la speranza è l’ultima a morire”, ma un’altro proverbio dice che chi vive sperando in realtà muore …va bhe ci siamo capiti. In effetti sin da piccolo ho sempre pensato che i proverbi fossero in leggera contraddizione l’uno con l’altro. Chissà perchè ? Forse nascendo dall’esperienza e dal vissuto popolare venivano “adattati” al pensiero del momento,  così che poi avremmo potuto utilizzare il proverbio giusto in base a come ci faceva più comodo?

Mi ricorda un po’ quelle situazioni in cui può capitare di trovarsi agli inizi osservando un grafico. Alcuni dettagli stanno indicando una buona opportunità long, ma nel contempo se ne creano altrettanti che inviterebbero ad andare short. Alla fine probabilmente si sceglierà una delle due opportunità usando “la pancia”.

L’essere umano per sua natura ha bisogno di giustificare razionalmente decisioni prese ( o da prendere ) sull’onda esclusivamente emotiva. Vale a dire che ogni volta che ci sembra di aver preso una decisione per ragioni razionali in realtà il nostro istinto aveva già deciso prima che noi anche solo iniziassimo a ragionarci sopra. Semplicemente ragionandoci abbiamo CREATO delle motivazioni all’apparenza razionali a supporto della visione del nostro istinto.

Ipotizziamo che un trader abbia una posizione aperta long, posizione che dopo l’entrata inizia ad oscillare attorno al prezzo di carico senza però prendere una direzione ben definita.

Barra dopo barra il trader inizierà da una parte ad innervosirsi, a preoccuparsi, dall’altra cercherà conforto tentando di individuare motivazioni tecniche a supporto della sua operazione. La cosa più interessante è che ne troverà, ed anche parecchie, innanzitutto perchè in preda alla speranza farà di tutto per vederne, inoltreperchè in quel momento la sua mente è concentrata esclusivamente su questo processo, ignorando ovviamente il quadro generale di insieme.

Il punto è che purtroppo anche il tempo è una variabile essenziale nel trading. Se ogni ingresso è dato da un EDGE, ovvero da una circostanza che ci da un vantaggio statistico, questo EDGE tenderà a DETERIORARSI con il passare del tempo senza che abbia estrinsecato i suoi effetti.

Indovina però che cosa crescerà in maniera inversamente proporzionale al diminuire dell’edge? La SPERANZA ovviamente.

Ecco che allora il trader inizia a pregare per ogni tick che il prezzo gli si muove contro ( o a bestemmiare, in base alle inclinazioni personali ovviamente ) o a pensare “no va beh, ma se ci mette un po’ a partire significa che ora sta congestionando e quando poi parte mi accelera di brutto, quindi tolgo pure il target dalla piattaforma”

Ma niente, il prezzo è ancora li che oscilla come un pendolo, due ticks in profitto, tre ticks di perdita, prezzo di carico.

Quante situazioni come questa ti sono capitate nella tua carriera di trader? E quante di queste situazioni sono poi finite in stop o comunque hanno portato ad una gestione del trade errata anche qualora il prezzo si fosse poi spostato in zona profitto?

La risposta che stai pensando nella tua mente non mi sorprende, perchè in questi casi oltre all’EDGE si deteriora anche la LUCIDITA’ mentale, da sempre acerrima nemica della speranza.

Hai mai pensato invece di utilizzare uno STOP A TEMPO? Vale a dire chiudere prematuramente la posizione, a qualsiasi risultato di profitto o perdita questa si trovi, se entro un tot di tempo non è ancora scattato lo stop e non vedi però nemmeno un movimento apprezzabile nella direzione del tuo trade?

Posso assicurarti che questa tecnica di GESTIONE DEL RISCHIO mi ha fatto risparmiare tantissimi stop, stop “gratuiti” che poi ho potuto utilizzare allocandoli in altre possibilità di trading, alcune di gran lunga più profittevoli.

Durante i miei corsi parlo approfonditamente di questo tipo di gestione dello stop e come poter tarare al meglio il connubio “EDGE/SPERANZA” dato che non tutti i movimenti di mercato hanno uguale velocità di sviluppo; corsi per i quali ti ricordo è ancora valida l’offerta del 30 % di sconto per chi si iscrive entro il mese di Dicembre, l’offerta è disponibile per  ancora 7 posti.

“Master in Analisi delle Sequenze dei Volumi Istituzionali” ( Via Skype ) –> Euro 2440   anzichè 3490
“Corso Avanzato in operatività con l’Order Flow” ( Via Skype )                 –> Euro 1320   anzichè 1890
Un’ora di Coaching tecnica ( Via Skype )                                                      –>  Euro 180     anzichè 260

 

La funzione del tempo è uno dei segreti di una buona gestione della posizione, del resto dopo essere uscito senza danni da un trade mediocre puoi sempre sperare di trovare nuovi ingressi migliori no?

Re-think your trading!

Edoardo

There are 4 Comments

  1. Posted by Damiano Rispondi

    Buongiorno Edoardo, potrei ormai leggere i tuoi articoli ad occhi chiusi sapendo esattamente dove andranno a parare. Ti ho visto ragionare sui grafici, ti ho visto tradare in demo ed in reale, ti ho visto fare profitti e perdite eppure il tuo equilibrio mentale non viene mai intaccato in nessun modo, ne in positivo ne in negativo. Ciò che scrivi è ciò che fai e ciò che fai è ciò che sei. Sei forte! 😉

    a presto
    Damiano

    • Posted by ProTradingLab Rispondi

      Ciao Damiano, ti ringrazio davvero molto per il bellissimo pensiero che hai espresso in questo commento, che peraltro si adatta particolarmente bene all’ultima sessione di trading che abbiamo visto insieme. Il mercato è pieno di sorprese giorno dopo giorno ma una volta che ci si abitua a questa idea, poi non si rimane più sorpresi da nulla, paradossale ma vero:-)!
      Buona giornata
      Edoardo

  2. Posted by Claudio Rispondi

    Buongiorno Edoardo, proprio così, le persone non capiscono e non vogliono rendersi conto di quanto le emozioni scelgono in realtà per loro, probabilmente per una questione di orgoglio, si sentirebbero più deboli ad ammetterlo. Ci sono quelli che, come dicevi tu, sono convinti di aver preso una decisione ragionandoci su, ma in realtà le motivazioni per spiegare quello che hanno appena fatto le trovano dopo, per giustificarsi prima con se stessi e dopo, con gli altri.
    Buon trading!

    • Posted by ProTradingLab Rispondi

      Buonasera Claudio, perdona il ritardo nella risposta. Esatto questo “processo decisionale” se così vogliamo chiamarlo è soltanto uno dei tanti schemi all’apparenza contorti della nostra mente. Dico all’apparenza perchè in realtà questa struttura nasce proprio per semplificare le decisioni. Sul fatto che poi si tratti di decisioni realmente efficaci è un altro paio di maniche.
      Un saluto e grazie per il commento.
      Edoardo

Leave a Reply to Damiano

Fai clic qui per annullare la risposta.