Gli articoli di Edoardo – Lei signo’ me saluti Erca

Cari amici traders,

questa settimana per via di impegni personali non ho potuto dedicare troppo tempo al trading, tuttavia sono riuscito a concedermi degli spazi nei quali essere pronto a cogliere tutte quelle opportunità che il mercato offre sempre con tanta generosità.

Stiamo assistendo ad un inizio anno particolarmente carico dal punto di vista dei volumi di scambio, del resto in questi giorni le news macroeconomiche sono parecchie, ci sono anche novità per quanto riguarda la struttura di alcuni mercati, come le nuove regole adottate da Borsa Italiana per quanto riguarda il tick dei titoli e la proposta dell’ESMA di ritoccare al ribasso la leva finanziaria massima che i broker sotto regolamentazione Europea potranno offrire per quanto riguarda strumenti come CFDs e Forex. Non entrerò nel dettaglio di tali disposizioni, ma se è vero che “il mercato sconta tutto” anche semplici proposte o rumors possono determinare di fatto iniezioni/spostamenti di liquidità da un mercato all’altro.

Chi conosce la mia operatività sa che non faccio trading sulle news ne’ tantomeno su indicatori macroeconomici vari. Anzi il tempo medio che trascorro in un’operazione è inversamente proporzionale agli anni di esperienza accumulati nei mercati. I mercati seguono indubbiamente una loro logica, ma è proprio nel momento in cui si crede di poter fare previsioni di respiro un po’ più ampio che di fatto ci si “piega per raccogliere la saponetta” con gli spiacevoli epiloghi del caso.

 

Nel grafico vedi una mia operazione che nasce da un tentativo di inversione sul future del Mini Dow di Martedi 30 Gennaio. In realtà non era un tentativo di inversione qualunque, bensì un’ inversione che avrebbe potuto determinare la corsa al profitto degli Istituzionali. Hehe…mica pizza e fichi.

Ci sono tanti modi per cercare un inversione, alcuni molto rischiosi, altri mediamente, altri relativamente sicuri. A determinare questo grado di sicurezza è generalmente quanto presto si entra a mercato e quante conferme si attendono. In questo caso io ho leggermente anticipato l’entrata di qualche tick rispetto a quella “didattica” ma ero praticamente nella variante più conservativa.

Che cosa determinava le mie conferme? LA FORZA che il prezzo stava accumulando negli ultimi swing.

Nel grafico ti ho segnato con delle frecce ben 3 segnali di forza di quelli che spiego nel mio Master  che vanno di fatto a determinarmi l’inizio di una SEQUENZA RIALZISTA.

Il grafico a volte può mentire, o se non altro essere fuorviante. Se qualcuno ricorda il film al quale il titolo di questo post si riferisce, il protagonista sembrava inizialmente essere un tipo pericoloso, anche se divertentissimo con la sua classe innata, mentre in realtà si scopre successivamente che altro non era che un poveraccio improvvisatosi malvivente e pure un po’ sfigatello.

Allo stesso modo non è SEMPRE su barre positive che il mercato mostra la sua forza, anzi a volte ciò accade proprio su barre ribassiste. Il che rende tali situazioni tutt’altro che palesi, se non le sai interpretare nel modo corretto. Ma saper cogliere queste informazioni grazie ad una lettura corretta del prezzo, dei volumi e del contesto di mercato in base alla dinamica ti mette in una posizione di grandissimo vantaggio.

E una volta che sei a braccetto con gli Istituzionali nella corsa al tuo sacrosanto profitto potrai dire anche tu “Salutateme tutti Erca!”

Ti auguro un buon week end.

Re-think your Trading!

Edoardo